UN.I.RE (Università italiane in rete contro la violenza di genere) è un network universitario costituito da dieci università, con l’Università di Milano-Bicocca capofila.
Il progetto, finanziato con il contributo della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità, si propone di contribuire alla migliore attuazione della Convenzione di Istanbul, attraverso il rafforzamento del ruolo dell’università negli ambiti della prevenzione, educazione, formazione, ricerca, sensibilizzazione e raccolta dati.
A tal fine, UNIRE ha predisposto una scheda per la rilevazione delle attività che già vengono svolte nelle università italiane. La CRUI, che ha sposato il progetto e ha garantito la collaborazione, si è fatta carico di inviare la scheda ai Rettori e ai Comitati Unici di Garanzia, indicando come data di consegna della scheda compilata il 20 giugno prossimo.
La raccolta e l’elaborazione di tutte le tipologie di attività, da quelle formative, a quelle di ricerca, fino alla terza missione, consentirà di avere un quadro conoscitivo complessivo sul contributo che già oggi l’università fornisce agli obiettivi posti dalla Convenzione di Istanbul, sulle possibilità di un suo ampliamento e consolidamento, e sulla opportunità di scambio e implementazione di best practices.
Al fine di confrontarci su tutti questi temi, la nostra proposta è quella di organizzare per settembre un incontro con le università italiane e centri di ricerca interessati a interagire e collaborare, costruendo un network che si metta in relazione con le reti universitarie e di ricerca già esistenti in Europa.
Per questo chiediamo la vostra adesione e collaborazione all’iniziativa, anche contattandoci direttamente all’indirizzo di posta elettronica unire-academicnetwork@unimib.it e consultando il sito www.unire.unimib.it , nel quale trovate tutte le informazioni utili al riguardo.


Progetto realizzato con il contributo della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le pari opportunità
La collaborazione di UN.I.RE con la Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI)